Geoportale

ATTENZIONE
 

Le abbondanti nevicate di marzo e aprile rendono ancora oggi inaccessibile buona parte dei sentieri in quota. In particolare, sopra i 1800 metri nelle zone in ombra e sopra i 2000 metri anche in quelle assolate sono tuttora presenti importanti accumuli di neve, spesso alti e insidiosi. Alcuni passaggi che sembrano sicuri in realtà possono nascondere rischi di scivolare o sprofondare. Nelle vallette anche a quote inferiori si possono incontrare residui di valanghe primaverili che presentano pericoli analoghi.

In linea generale è possibile trovare pendii ghiacciati nelle prime ore del mattino alle quote più alte e possibili scaricamenti nelle ore più calde sui pendii più ripidi e in prossimità delle creste

Per tutte queste ragioni è ancora più importante informarsi sulle condizioni dell'itinerario che si vuole affrontare e dotarsi delle adeguate attrezzature: malgrado l’estate (meteorologica) sia iniziata, le vie alte delle Orobie non sono al momento percorribili.

 
Un portale geografico pensato per chi va in montagna

Una guida virtuale, semplice e chiara, alle Alpi Orobiche: rifugi, sentieri, itinerari, mappe, dal Monte Resegone alla Val di Scalve, dal crinale con la Valtellina alla piana di Bergamo.

Mappe, per pianificare le proprie escursioni

Il sistema WebGIS consente di visualizzare sentieri e ascensioni su diverse basi cartografiche: mappe intelligenti, che è possibile interrogare per ottenere informazioni su quello che si sta guardando.

Da ogni pagina, cliccando sul segnale "Mappa", è possibile visualizzare la posizione geografica del contenuto consultato. 

Dalla mappa, cliccando sull'icona "Dettagli"

Dettagli

è possibile visualizzare la scheda relativa al contenuto consultato.

Come funziona

L'interfaccia del portale è semplice e intuitiva, ma se si vogliono conoscere tutte le funzionalità disponibili è possibile consultare la pagina delle istruzioni.