Sentiero 411: Vilminore - Lago del Gleno

    In breve
    Difficoltà
    Esposizione
    Sud-ovest
    Periodo consigliato
    Tempi
    Andata
    1:00
    Ritorno
    0:45

    Sentiero molto frequentato per la salita alla diga del Gleno.
    Tratto della Via Decia

    Il sentiero inizia a Pianezza (frazione di Vilminore di Scalve m 1267)

    Parcheggio: Nei mesi estivi parcheggiare a Vilminore e utilizzare la navetta comunale per salire a Pianezza.
    Quando il servizio di navetta non è in funzione, si raggiunge in auto Pianezza (parcheggio nella piazza).
    Il sentiero inizia in prossimità della chiesa (presso la fontana) e attraversa dapprima dei prati per poi seguire una condotta forzata, da dove si inizia a salire abbastanza ripidamente raggiungendo quota 1507 m. Da questo punto il cammino diventa pianeggiante e spettacolare e conduce al lago e ai ruderi della diga del Gleno (1534 m), crollata il 1º dicembre del 1923.

    Dislivelli
    Salita
    ca. 250 m
    Discesa
    ca. 0 m
    Quote
    Quota massima
    circa 1534 m s.l.m.
    Quota minima
    circa 1267 m s.l.m.
    Distanze
    Lunghezza
    circa 2500 metri
    Profilo altimetrico
    Bibliografia
    Un sito sui sentieri scalvini: http://www.scalve.it/sentieri/ Inoltre, per non dimenticare il disastro del Gleno, ecco un libro in formato pdf, reso gratuito nella versione digitale per volontà e generosità dell'Autore e dell'Editore:
    http://www.scalve.it/gleno/Pubblicazioni/GlenoBarbisan.pdf
    Note

    Nella stagione estiva nei fine settimana è attivo un servizio navetta che da Vilminore sale a Pianezza (divieto di accesso e parcheggio al traffico privato). Le informazioni sui periodi, costi, orari sono consultabili sul sito web: https://www.valdiscalve.it/bus-navetta-vilminore-pianezza/

    27 foto disponibili per questo contenuto
    • Fioriture lungo il sentiero che conduce alla diga del Gleno
      (E. Colombo, 21/6/08)
    • I tristi ruderi della diga del Gleno
      (E. Colombo, 21/6/08)
    • A memoria della tragedia del Gleno
      (E. Colombo, 21/6/08)
    • Sentiero 411 che da Pianezza conduce ai ruderi della diga
      (E. Colombo, 21/6/08)
    • Scultura in legno lungo il sentiero che conduce alla diga del Gleno
      (E. Colombo, 21/6/08)
    • Bueggio
      (E. Colombo, )
    • La Presolana in mezzo allo squarcio della diga
      (R. Morarelli, 12/10/08)
    • Pizzo Camino e monte Sossino, in una splendida giornata autunnale
      (R. Morarelli, 12/10/08)
    • Sentiero in vista della diga
      (R. Morarelli, 12/10/08)
    • Ruderi della diga… impressionante
      (R. Morarelli, 12/10/08)
    • Valle del Gleno, in fondo i Solegà
      (R. Morarelli, 12/10/08)
    • Zoom sul Gleno
      (R. Morarelli, 12/10/08)
    • Pianezza
      (F. Stacchetti, 3/8/08)
    • Bueggio frazione. di Vilminore
      (F. Stacchetti, 4/11/09)
    • [recupero ambientale] Diga del Gleno
      (F. Stacchetti, 4/11/09)
    • LA PRESOLANA ATTRAVERSO I RUDERI DELLA DIGA DEL GLENO
      (S. Cernuschi, 9/8/08)
    • Diga Del Gleno
      (G. Rundo, 8/2/07)
    • Lago Ghiacciato (Diga del Gleno)
      (G. Rundo, 8/2/07)
    • Quello che rimane della Diga del Gleno
      (G. Rundo, 8/2/07)
    • La vita che nasce
      (G. Rundo, 8/2/07)
    • Pianezza vista dall'alto
      (G. Rundo, 8/2/07)
    • Diga del Gleno
      (G. Rundo, 8/2/07)
    • Ghiaccioli verso la Diga del Gleno
      (G. Rundo, 8/2/07)
    • Una tragedia non ricordata
      (A. Pulcini, 1/9/07)
    • Pizzo della Presolana visto dal sentiero 411
      (N. Colaianni, 8/9/07)
    • Diga del Gleno
      (N. Colaianni, 8/9/07)
    • Diga del Gleno
      (A. Econimo, 21/6/07)

    Questo contenuto è disponibile anche in:

    E: Escursionistico