In breve
    Difficoltà
    Tempi
    Andata
    4:30
    Ritorno
    4:30

    Dal rifugio Antonio Curò (1895 m) si percorre la comoda mulattiera che sale al lago naturale del Barbellino (2188 m). Contornando la sponda sinistra (nord) del lago si sale costeggiando il fiume Serio poi, a quota 2300 m circa, si piega a destra (est) puntando alla larga sella del passo Grasso di Pila (o passo Barbellino). Salendo si costeggiano i graziosi laghetti di Pila (ca. 2350 m), giungendo infine al passo (2513 m). Si scende quindi per il versante valtellinese, dapprima in una piccola conca, per poi immettersi all'interno di un ripido canalone per lo più erboso, fino a quota 1998 m dove si incrocia un pianeggiante sentiero che va seguito verso dx (seguendolo verso sx, invece, si arriverebbe sino ai valtellinesi laghi Verde e Nero, posti a NE del M. Torena). Proseguendo a dx (sud) come si è detto, invece, si giunge in breve a Malga di Pila, riprendendo poi a salire la testata della Val Belviso e raggiungendo infine il passo di Venano (2335 m), rientrando così nella bergamasca. Pochi metri oltre il passo si trova il rifugio Nani Tagliaferri (2328 m).

    Dislivelli
    Salita
    ca. 1230 m
    Discesa
    ca. 850 m
    Distanze
    Lunghezza
    circa 12000 metri
    Profilo altimetrico
    Bibliografia
    A) I sentieri 324 e 161 del CAI Bg si sviluppano per un buon tratto sul lato valtellinese delle nostre Orobie. Certi di fare cosa utile e gradita segnaliamo, a proposito del lato nord-orobico, il bel volume "Alpi Orobie Valtellinesi - Montagne da conoscere" (2011), revisionato nel 2017 dall'autore Guido Combi, disponibile in pdf al link qui di seguito:
    https://www.fondazionebombardieri.it/it/line-il-libro-alpi-orobie-valtellinesi-montagne-da-conoscere
    B) Chi abbia percorso o intenda percorrere il sentiero 324, troverà avvincente il resoconto di un'antica e drammatica traversata - in un inizio primavera di altri tempi - del passo Grasso di Pila da Valbondione, il 31 marzo 1891; a pagina 17 del seguente pdf (ovvero a pag 127 della Rivista Mensile del CAI): https://tecadigitale.cai.it/periodici/PDF/Rivista%20mensile/CAI_Rivista%20mensile%20del%20CAI_010_004_1891.pdf
    Note

    Alla testata della val di Belviso - parzialmente percorsa ad occidente dal sent. 324 - si possono notare nelle Mappe il "Grasso di Pila" (attorno alla Malga di Pila) e, dirimpetto a oriente di essa, il "Grasso dei Batai": l'origine della parte comune "Grasso" deriva da "Gras" o "Grasèi" = luogo fertile e ben concimato dagli animali da reddito che vi sostavano frequentemente e lo... "ingrassavano" (concimavano).

    147 foto disponibili per questo contenuto
    • Costeggiando il bacino del Barbellino
      (M. Lussana, 9/9/18)
    • Il passo del Serio dallo sbocco della val Cerviera, zoomato con un tele
      (M. Lussana, 9/9/18)
    • Il suggestivo imbocco della val Cerviera
      (M. Lussana, 11/8/15)
    • Il Rifugio Barbellino
      (M. Lussana, 12/8/15)
    • Le defilate baite del Barbellino, tra il bacino omonimo e la val Malgina
      (M. Lussana, 13/8/15)
    • EXTRA (EF, 1h): risalire la valle del Trobio per intravedere le vedrette
      (M. Lussana, 12/8/15)
    • Passo di pila
      (G. Beccarelli, 31/7/14)
    • Laghetto di pila
      (G. Beccarelli, 31/7/14)
    • Vista del Lago Naturale del Barbellino dal Passo Grasso di Pila
      (M. Zucchelli, 3/8/13)
    • Vista sul bivacco AEM dal Passo Grasso di Pila
      (M. Zucchelli, 3/8/13)
    • Vista dal Passo Grasso di Pila
      (M. Zucchelli, 3/8/13)
    • Vista dal Passo Grasso di Pila
      (M. Zucchelli, 3/8/13)
    • Vista dal Passo Grasso di Pila
      (M. Zucchelli, 3/8/13)
    • Salita al Passo Grasso di Pila
      (M. Zucchelli, 3/8/13)
    • Sul 324: segnaletica nel tratto passo di Venano - M.ga di Pila
      (M. Lussana, 25/8/09)
    • Risalendo il valtellinese canalone di Pila verso il passo Grasso di Pila
      (M. Lussana, 25/8/09)
    • Risalendo il valtellinese canalone di Pila verso il passo Grasso di Pila
      (M. Lussana, 25/8/09)
    • Il valtellinese canalone di Pila, percorso dal 324
      (M. Lussana, 25/8/09)
    • Sul 324, lato valtellinese: ora si sale al passo di Pila per quel canale, tra quelle brume
      (M. Lussana, 25/8/09)
    • Sul 324 scendendo dal passo di Venano verso la visibile M.ga di Pila
      (M. Lussana, 28/8/08)
    • Sul 324, tra il passo Grasso di Pila e quello di Venano, un'indicazione per il passo di Belviso
      (M. Lussana, 28/8/08)
    • Dal 324: il sentiero visto nel tratto M.ga di Pila - passo Grasso di Pila
      (M. Lussana, 28/8/08)
    • Il 324 visto dal rifugio Tagliaferri nel tratto M.ga di Pila - passo Grasso di Pila
      (M. Lussana, 28/8/08)
    • 300 m oltre malga di Pila: il 324 inizia a salire verso il passo Grasso di Pila, lassù in centro
      (M. Lussana, 28/8/08)
    • Il pizzo Recastello dalla terrazza del rifugio Curò. Sulla destra il sentiero che costeggia il lago
      (E. Colombo, 6/10/12)
    • Il rifugio Curò e la diga del Barbellino dal sentiero che ne costeggia il lago artificiale
      (E. Colombo, 6/10/12)
    • Il bacino artificiale del Barbellino colla sua livrea di colori autunnali
      (E. Colombo, 6/10/12)
    • Colori di stagione lungo il sentiero che costeggia il bacino artificiale del Barbellino
      (E. Colombo, 6/10/12)
    • Il bacino del Barbellino dalla terrazza del rifugio Curò
      (M. Lussana, 14/8/12)
    • EXTRA (EM, 30'): salire a vedere il versante N del Recastello dal 308-310-324
      (M. Lussana, 14/8/12)
    • EXTRA (EM, 30'): salire a vedere il versante N del Recastello dal 308-310-324
      (M. Lussana, 14/8/12)
    • EXTRA (EM, 30'): salire a vedere la cresta dei Corni Neri dal 308-310-324
      (M. Lussana, 14/8/12)
    • EXTRA (EM, 30'): salire al laghetto dei Corni Neri dal 308-310-324.
      (M. Lussana, 14/8/12)
    • EXTRA (EM, 30'): salire al laghetto dei Corni Neri dal 308-310-324
      (M. Lussana, 14/8/12)
    • EXTRA (EM, 30'): salire al laghetto dei Corni Neri dal 308-310-324
      (M. Lussana, 14/8/12)
    • L'ampio sentiero che costeggia il bacino artificiale del Barbellino
      (E. Colombo, 11/9/10)
    • La conca del lago artificiale del Barbellino, sullo sfondo il pizzo Coca ripresi dal Recastello
      (E. Colombo, 11/9/10)
    • Deviazione per la val Cerviera dal sentiero che porta al lago naturale del Barbellino
      (E. Colombo, 11/9/10)
    • Cappelletta dedicata ai caduti della montagna nei pressi del rifugio Curò
      (E. Colombo, 11/9/10)
    • Tabella dei sentieri all'esterno del rifugio A. Curò
      (E. Colombo, 11/9/10)
    • La conca del Barbellino dalla panoramica terrazza del rifugio Curò
      (E. Colombo, 11/9/10)
    • Sulla sinistra il sentiero che sale verso il lago della Malgina, in fondo quello che porta al Natura
      (E. Colombo, 3/9/11)
    • Segnavia lungo il sentiero che porta al lago naturale del Barbellino
      (E. Colombo, 3/9/11)
    • Sguardo verso la valle della Malgina
      (E. Colombo, 3/9/11)
    • Il bacino artificiale del Barbellino, sullo sfondo il rifugio Curò
      (E. Colombo, 3/9/11)
    • Segnaletica lungo il sentiero che porta al lago naturale del Barbellino
      (E. Colombo, 3/9/11)
    • Il pizzo Coca ed bacino artificiale del Barbellino dal sentiero che porta al lago naturale
      (E. Colombo, 3/9/11)
    • Raganella vicino alla fontanella del rifugio Curò
      (E. Colombo, )
    • Targa commemorativa lungo il sentiero che costeggia il lago artificiale del Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Pillole di saggezza nei pressi del rifugio Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Riflessi nel lago naturale del Barbellino, al centro il rifugio omonimo
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Il passo di Pila dal sentiero che porta al passo di Caronella
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Il monte Torena ed il passo di Pila, in basso il lago naturale del Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Indicazioni nei pressi del rifugio Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • In alto a sinistra il monte Torena, a destra il passo di Pila in basso il lago naturale Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Il rifugio Barbellino nei pressi del lago naturale
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Il GUARDIANO del rifugio Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Rifugio Barbellino in alto al centro il passo di Pila
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Il pizzo Strinato dal sentiero verso il rifugio Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Segnavia lungo il sentiero che porta al lago naturale del Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Indicazioni per il lago della Malgina
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Cascatella del neonato fiume Serio - Sullo sfondo il rifugio Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Cascatelle del fiume Serio proveniente dal lago naturale del Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Il lago artificiale del Barbellino dal sentiero che porta al lago naturale
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Il rifugio A. Curò ripreso dalla sponda opposta del lago artificiale del Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Indicazioni per il monte Gleno lungo il sentiero che conduce al lago naturale del Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Segnavia lungo il sentiero verso il lago naturale del Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Vista suggestiva del rifugio A. Curò ripreso dal sentiero che porta al lago naturale del Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Indicazioni per il rifugio ed il lago naturale del Barbellino
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Cascatella del ruscello proveniente dalla val Cerviera
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Indicazioni per il sentiero che dal Curò conduce al rifugio Tagliaferri
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Cappelletta dedicata ai caduti della montagna all'esterno del rifugio Curò
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Il rifugio dedicato all'ingegnere e naturalista Antonio Curò
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Messaggio di buona accoglienza arrivando al rifugio Curò
      (E. Colombo, 2/10/10)
    • Arriva l'autunno….
      (A. Brembilla, 26/9/10)
    • Stupende cascate
      (D. Lussana, 18/8/10)
    • Il lago artificiale del Barbellino
      (D. Lussana, 18/8/10)
    • Il magnifico paesaggio che avvolge il sentiero
      (D. Lussana, 18/8/10)
    • Il rifugio Barbellino
      (D. Lussana, 18/8/10)
    • Il Pizzo Strinato
      (D. Lussana, 18/8/10)
    • Il Lago naturale del Barbellino
      (D. Lussana, 18/8/10)
    • Una delle pozze che si incontrano percorrendo il sentiero
      (D. Lussana, 18/8/10)
    • Neve sul Lago naturale del Barbellino
      (D. Lussana, 18/8/10)
    • Laghetti di Pila visti dal passo Pila
      (G. Beccarelli, 28/7/10)
    • Il lago di Belviso visto salendo verso il monte Torena (deviazione dal sentiero 324)
      (G. Beccarelli, 28/7/10)
    • Salendo verso il lago naturale
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • Verso il passo di Pila
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • Il lago Barbellino
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • Le cascate della val Cerviera
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • La val Cerviera
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • L'invaso artificiale del Barbellino
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • Salendo verso il lago naturale
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • Salendo verso il lago naturale
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • Salendo verso il lago naturale
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • Salendo verso il lago naturale
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • Il Monte Torena col cappello
      (M. Ghilardelli, 5/6/10)
    • Ai laghetti di Pila
      (M. Lussana, 25/8/09)
    • Il 324 visto dal lato valtellinese
      (M. Lussana, 25/8/09)
    • Verso il passo di Pila: la conca del Barbellino
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Da malga di Pila verso il passo di Venano…si guada con le mucche
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Sentiero 324: da rifugio Barbellino al passo di Pila
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Verso il rifugio Barbellino: insieme c'è più gusto
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Sentiero 324: malga di Pila e il lago di Belviso
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Rifugio Barbellino
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Veduta del lago artificiale verso il rifugio Curò
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Salendo verso il passo di Venano: un passaggio dove fare attenzione
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Sentiero 324…possibili incontri
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Passo di Venano: anche i piccoli ci possono arrivare
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Salendo verso il passo di Pila col sentiero 324
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • La mattina presto dalla terrazza del rifugio Tagliaferri
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Sentiero 324: Passo di Pila…finalmente un attimo di riposo
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Salendo verso il passo di Pila con vista sul rifugio Barbellino e il lago naturale
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Scendendo dal passo Pila: attenzione al paleo scivoloso!
      (P. Maruzzi, 11/8/09)
    • Rifugio Curò e diga del lago Barbellino
      (D. Alborghetti, 10/5/09)
    • Lago del Barbellino al secco.
      (G. Rundo, 3/8/07)
    • Veduta del Lago del Barbellino al secco.
      (G. Rundo, 3/8/07)
    • Passo Barbellino. Fiori
      (G. Rundo, 3/9/07)
    • Fiori vicino lago del Barbellino
      (G. Rundo, 3/9/07)
    • Rifugio Barbellino 2140 M
      (G. Rundo, 3/9/07)
    • Farfalla vicino rifugio Curò
      (G. Rundo, 3/9/07)
    • Da Malga di Pila (2012 m): il passo di Belviso in centro-dx. A sx: passo di Venano
      (G. Rundo, 3/9/07)
    • Fiore al Passo Barbellino
      (G. Rundo, 3/9/07)
    • Rifugio Barbellino
      (R. Tarchini, 5/7/08)
    • Rifugio Curò e Pizzo Coca visti costeggiando il bacino artificiale del Barbellino
    • Il versante nord del Recastello
    • Il Monte Torena dal rifugio Barbellino
    • Bacino del Barbellino visto dal sentiero che porta al lago naturale. Sullo sfondo il Rif. Curò
      (F. Zanchi, 27/6/07)
    • Il monte Torena ripreso dal Rifugio Curò
      (M. Lussana, 1/11/06)
    • Il bacino del Barbellino verso il Pizzo Coca
      (M. Lussana, 1/11/06)
    • Il passo del Serio ripreso dal sentiero 324
      (M. Lussana, 1/11/06)
    • Lago del Barbellino, Monte Torena e passo Grasso di Pila
      (M. Lussana, 1/11/06)
    • Il Pizzo Strinato dal lago del Barbellino
      (M. Lussana, 1/11/06)
    • Il bacino del Barbellino si beve il Serio
      (M. Lussana, 1/11/06)
    • Inverno al Rifugio Barbellino
      (M. Lussana, 1/11/06)
    • Il bacino del Barbellino col monte Torena sullo sfondo
      (M. Lussana, 1/11/06)
    • Al passo di Venano
      (M. Lussana, 3/6/05)
    • Il lago naturale e il bacino del Barbellino (costeggiati dal 324) visti dal monte Torena
      (M. Lussana, 27/8/04)
    • Il bacino del Barbellino
      (M. Lussana, 1/8/04)
    • Il bacino del Barbellino visto dal Rifugio Curò (sullo sfondo il monte Torena)
      (M. Lussana, 1/8/04)
    • Viola Comollia sotto il Passo di Pila
      (M. Lussana, 1/8/04)
    • Il bacino del Barbellino (costeggiato sulla sx dal 324 e 308) visto dal Pizzo Recastello
      (M. Lussana, 8/7/07)
    • Il lago di Belviso scendendo dal passo Grasso di Pila verso Malga di Pila
      (M. Lussana, 1/8/04)
    • Lago del Barbellino, Rifugio Barbellino e Pizzo Recastello
      (M. Lussana, 1/8/04)
    • Dal passo Grasso di Pila, i monti oltre la testata della val Belviso
      (M. Lussana, 2/8/04)
    • Scendendo per il 324 dal passo Grasso di Pila verso Malga di Pila
      (M. Lussana, 1/8/04)
    • Il passo Grasso di Pila visto dal lago del Barbellino
      (M. Lussana, 27/8/04)
    • Un laghetto di Pila, verso il passo di Pila
      (P. Turani, 1/1/70)

    Questo contenuto è disponibile anche in:

    E: Escursionistico